UNIONE ASTROFILI ITALIANI

SEZIONE METEORE (UAI-sm)



Osservazioni di bolidi in FEBBRAIO 2011

Observational data of February fireballs

(c)UAI-sm
I dati compresi [...] sono stati dedotti e/o misurati in sede di analisi a cura della UAI-sm.
"Fonte" indica la persona o l'ente da cui si sono attinte le informazioni.



Bolide 2011_02_01_0534 UT ---  S.Crivello (GE) 2011 febbraio 01 / 05h34m TU / Magn max -4.5 [zenitale -4.8] / VIDEO
Stefano CRIVELLO.
CASERZA (GE)
, +44.5574° -9.0425° +738mt (WGS84).
Meteora ripresa con videocamera ccd STG38, obiettivo 3,8mm f:0,8. Velocità angolare 30°/sec. Traccia: accensione in DRA, spegnimento in UMI/DRA.
Fonte: S.Crivello, UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.

<< Traccia del bolide ripreso in DRA / UMI con video camera Mintron e software di ricognizione MetRec 5 --- © S.Crivello (GE)

Questo meteoroide è entrato in atmosfera all'incirca sui cieli a ovest della Lombardia.


Bolide dell' 8 febbraio 2011 sui cieli del mar Tirreno --- 23h24m UT
Bolide 2011/2011_02_08_2324 UT --  M.Vornhusen (Gais, Svizzera) Martedì 8 febbraio alle 23h24m UT è entrato in atmosfera sui cieli del mar Tirreno settentrionale, a nord della Corsica, un grosso meteoroide, che ha causato un brillantissimo bolide. La grossa meteora è stata osservata da molte regioni del nord d'Italia e da oltre confine. Il meteoroide dopo essere entrato in atmosfera con una traiettoria all'incirca da nord-est a sud-ovest ha subìto una grossa esplosione finale estremamente spettacolare.

<< La scia luminosa lasciata dal brillante bolide sull'orizzonte meridionale ripresa da Mark Vornhusen. Il punto finale è stato occultato dai monti -- © M.Vornhusen (mt Gabris, Svizzera)
Bolide 2011/2011_02_08_2324 UT --  M.Vivarelli (S.Marcello, PT) Testimoni oculari lo riportano simile a un grosso fuoco d'artificio, visibile per alcuni secondi, molto luminoso, biancastro e con una evidente scia verdastra. L'esplosione finale è stata vista con una brillantissima forma globulare di dimensioni prossime a quelle del disco della Luna, simile a un flash abbagliante.
Sulla base dei dati disponibili si può presumere che il meteoroide abbia raggiunto solamente gli strati più bassi della atmosfera.
Dell'evento per ora sono stati raccolti dalla UAI-sm dati dalla Toscana, Piemonte, Emilia Romagna e dalla Svizzera, purtroppo solo una piccola parte delle testimonianze osservative esistenti di questo evento.

<< Il grosso bolide ripreso da Mattia Vivarelli dalla postazione toscana di S.Marcello Pistoiese. Nella parte più bassa della meteora è ben visibile l'esplosione finale che lo ha estinto -- © M.Vivarelli (S.Marcello, PT)
Qui di seguito alcune delle testimonianze visuali pervenute:
2011 febbraio 08 / 23h25m TU / Magn max [...]
Massimo PIACENTINI.
MODENA (MO),
[+44.65° -10.93° +40mt]
Colore (scia) verde. Durata poco più di 1 secondo. Traccia: in direzione Sud da circa 70° di altezza fino all'orizzonte.
Fonte: M. Piacentini, UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.
2011 febbraio 08 / (23h24m TU) / Magn max [...]
Paolo VAI.
CASALBORGONE SudEst (TO), in auto
[+45.126° -7.951° +215mt]
Magn: come fuoco artificiale. Colore verde. Traccia: inizio non visto, avvistamento in direzione N_343, sparizione dietro una collina a SudSudEst.
Fonte: P.Vai, UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.

Bolide del 10 febbraio 2011 sui cieli del Veneto --- 20h06m UT
Giovedì 10 febbraio alle 20h06m UT è entrato in atmosfera sui cieli del Veneto meridionale un grosso meteoroide che ha causato uno spettacolare bolide di magnitudine video -10,5. L'evento è stato ben osservato anche dalle regioni circostanti del nord d'Italia.
Bolide 2011_02_10_2006 UT --  E.Stomeo (VE) 2011 febbraio 10 / 20h06m40s TU / Magn max -10.5 [zenitale -10.7] / VIDEO
Enrico STOMEO.
SCORZE' (VE), +45.5671° -12.1137° +20mt (WGS84).
Meteora ripresa con videocamera ccd MIN38, obiettivo 3.8mm f:0,8. Magn: 4 flare in sequenze ed esplosione finale. Velocità angolare 4°/sec. Scia persistente. Traccia parziale: accensione non rilevata, punto intermedio in TAU/ORI, spegnimento in TAU.
Fonte: E.Stomeo, UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.


<< Immagine somma dello stesso bolide ripreso con videocamera ccd Mintron e software di ricognizione MetRec 5 --- © Enrico Stomeo (VE)
Bolide 2011_02_10_2006 UT --  M.Eltri (Lido, VE) 2011 febbraio 10 / 20h06m40s UT / Magn max -10.5 [zenitale -10.8] / VIDEO
Maurizio ELTRI.
VENEZIA LIDO (VE), +45.4128° -12.3708° +10mt (WGS84).
Meteora ripresa con videocamera ccd MET38, obiettivo 3,8mm f:0,8. Magn: 4 flare in sequenza a 0.62 0.71 0.84 0.93 del percorso ed esplosione finale. Velocità angolare 5°/sec. Frammentazione dopo l'esplosione finale. Scia persistente. Traccia: accensione in AUR, spegnimento in PER.
Fonte: M.Eltri, UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.
Bolide 2011_02_10_2006 UT --  M.Eltri (Lido, VE) << A sinistra sono l'immagine somma dei frame e il filmato del grosso bolide di magnitudine video -10,5 ripreso da Maurizio Eltri dalla postazione video di Venezia Lido -- © M.Eltri (Lido, VE)

Il meteoroide, entrato in atmosfera con una traiettoria all'incirca da SSE a NNW, ha subìto durante il volo una spettacolare sequenza di flare e una grossa esplosione finale, che lo ha del tutto frammentato, sequenza documentata con precisione dalla postazione video di Venezia Lido, la più vicina alla meteora.
Bolide 2011_02_10_2006 UT --  F.Zanotti (Ferrara, FE) 2011 febbraio 10 / 20h06m40s TU / Magn max -6.8 (zenitale -7.2) / VIDEO
Ferruccio ZANOTTI.
FERRARA (FE), +44.8181° -11.6167° +9mt (WGS84).
Meteora ripresa con videocamera ccd, obiettivo 4mm f:1,2. Durata 1.40 secondi. Magn: con 4 flare in sequenza e frammentazione. Traccia parziale (eq.2000): entrata nel campo 146.781°,+69.040° in UMA/DRA, spegnimento 177.012°,+75.264° in DRA.
Fonte: F.Zanotti in METEORE mailing list.

<< Parte del bolide di -6.8m ripreso il 10 febbraio in UMA/DRA con videocamera ccd Mintron e software di ricognizione UfoCapture dalla postazione video di Ferruccio Zanotti -- © F.Zanotti (FE)
2011 febbraio 10 / 20h06m40s TU / Magn max [...] / VIDEO
Diego VALERI.
CONTIGLIANO (RI), +42.4114° -12.7683° +410mt (WGS84)
Meteora ripresa con videocamera ccd, obiettivo 4mm f:1,2. Magn: con 2 flare. Frammentazione. Durata 0,60 secondi. Traccia (eq.2000): accensione 296.107°,+58.928° in DRA/CYG, spegnimento 295.805°,+57.332° in CYG.
Fonte: D.Valeri in METEORE mailing list.
Bolide 2011_02_10_2006 UT --  R.Cabassi - SOSO (BO) 2011 febbraio 10 / 20h06m40s TU / Magn max [...] / VIDEO
Renzo CABASSI (SOSO).
MEDICINA (BO), +44.52404° -11.64512° +7mt.
Meteora ripresa con videocamera ccd, obiettivo 6.0mm f:1,2. Magn: con 3 flare in sequenza, esplosione finale ed estinzione. Traccia parziale: accensione non rilevata, punto intermedio in DRA, uscita dal campo in UMI. Scia persistente.
Fonte: R.Cabassi UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.

<< Buona parte del percorso del bolide ripreso il 10 febbraio in DRA/UMI dalla postazione video sperimentale del SOSO -- © R.Cabassi (BO)
Dai dati raccolti finora risulta che l'evento è stato filmato da numerose postazioni video presenti nel territorio: dal Veneto (3), dall'Emilia Romagna (4), e anche dal lontano Lazio (1).
Traiettoria del bolide 2011_02_10_2006 UT --  UAI-Sezione Meteore
Traiettoria atmosferica del bolide sui cieli del Veneto meridionale ricostruita in base alle osservazioni video delle postazioni di Venezia Lido, Scorzè, Ferrara e Medicina -- © UAI-sm
Orbita del bolide 2011_02_10_2006 UT --  UAI-Sezione Meteore
Orbita preliminare del meteoroide calcolata sulla base della prima parte del volo atmosferico -- © UAI-sm
Da una valutazione preliminare dei dati risulta che il meteoroide è entrato nell'atmosfera con una velocità molto lenta e una notevole inclinazione, e che la meteora si è resa visibile a una altezza di 99.9 km sui cieli del basso Veneto a sud di Villa del Bosco, terminando la propria corsa a una altezza di 65.6 km sui cieli a sud di Padova. All'esplosione, avvenuta ad un'altezza di circa 68 km dal suolo, è seguito un notevole frenamento di quanto rimasto, fino a un piccolo flare terminale.

Bolide del 12 febbraio 2011 sui cieli dell'Italia centrale
Sabato 12 febbraio alle 22h30m UT circa è stato segnalato soprattutto dal basso Lazio un grosso bolide brillante che ha illuminato a giorno il paesaggio con due bagliori verdognoli in sequenza. Purtroppo dell'evento non è pervenuta alcuna osservazione utile a determinare la traiettoria atmosferica del meteoroide. La brillante meteora dovrebbe essere entrata in atmosfera probabilmente sui cieli a sud di Roma, sopra i territori della Ciociaria, con una traiettoria nord/est > sud/ovest.

Bolide del 18 febbraio 2011 sui cieli dell'Austria --- 18h23m42s UT
Bolide 2011_02_18_182342 UT --  F.Zanotti (FE) 2011 febbraio 18 / 18h23m42s TU / Magn max -5.0 (zenitale -9.5) / VIDEO
Ferruccio ZANOTTI.
FERRARA (FE), +44.8181° -11.6167° +9mt (WGS84).
Meteora ripresa con videocamera ccd NE-TLE, obiettivo 6mm f:0,8. Durata 4.24 secondi. Traccia (eq.2000): accensione 212.480°,+53.430° in UMA, spegnimento 227.357°,+45.525° in BOO.
Fonte: F.Zanotti in METEORE mailing list.

<< Grosso bolide di magnitudine video -5 estremamente basso (da +15° a +4°) sopra l'orizzonte Nord-Nord-Est ripreso con videocamera ccd Mintron e software di ricognizione UfoCapture
-- © F.Zanotti (FE)

Questo meteoroide è entrato in atmosfera all'incirca sui cieli dell'Austria.
2011 febbraio 18 / 18h23m TU / Magn max -5/-6 (tra le nuvole)
Tommaso DORIGO.
BORBIAGO nord (VE), in auto sulla A4, +45.459° -12.137°
Colore verde. Durata circa 2 secondi. Traccia: accensione 005°(±005°),+40° spegnimento 005°(±005°),+10°
Fonte: T.Dorigo,
UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.
2011 febbraio 18 / 18h27m TU / Magn max -13
Giorgia AMBRUZZI.
LEVADA di PONTE DI PIAVE (TV), +45.7395° -12.4754°
Magn: con variazioni di luce. Forma a goccia. Diametro oltre 15'. Durata 15/20 secondi. Velocità angolare rapida. Colore (testa) bianco/rosso/verde, (scia) bianco/verde. Scia persistente 15/20 secondi.
Fonte: G.Ambruzzi,
UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.

Bolide 2011_02_23_0200 UT --  S.Crivello (GE) 2011 febbraio 23 / 02h00m TU / Magn max -3.3 [zenitale -4.8] / VIDEO
Stefano CRIVELLO.
CASERZA (GE)
, +44.5574° -9.0425° +738mt (WGS84).
Meteora ripresa con videocamera ccd STG38, obiettivo 3,8mm f:0,8. Velocità angolare 8°/sec. Traccia: accensione in LYR/DRA, spegnimento in LYR/CYG.
Fonte: S.Crivello, UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.

<< Traccia del bolide sporadico di -3.3m ripreso da Stefano Crivello nella costellazione della Lira il 23 febbraio con video camera Mintron e software di ricognizione MetRec 5 -- © S.Crivello (GE)

Bolide 2011_02_24_0019_UT --  E.Stomeo (VE) 2011 febbraio 24 / 00h19m TU / Magn max -3.0 [zenitale -3.5] / VIDEO
Enrico STOMEO.
SCORZE' (VE), +45.5671° -12.1137° +20mt (WGS84).
Meteora ripresa con videocamera ccd MIN38, obiettivo 3.8mm f:0,8. Magn: con tre aumenti consecutivi della luminosità. Velocità angolare 22°/sec. Scia persistente. Traccia parziale: accensione in COM/LEO, uscita dal campo in CNC.
Fonte: E.Stomeo, UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.


<< Traccia del bolide sporadico di -3.0m ripreso da Enrico Stomeo in COM / CNC il 24 febbraio con video camera Mintron e software di ricognizione MetRec 5 -- © E.Stomeo (VE)


Questo meteoroide è entrato in atmosfera all'incirca sui cieli tra Veneto ed Emilia Romagna.

Bolide del 26 febbraio 2011 sui cieli dell'Emilia Romagna
Il meteoroide è entrato in atmosfera poco prima del giorno, nel crepuscolo mattutino del 26 febbraio, alle 05h12m29s UT, giusto sui cieli dell'Emilia Romagna occidentale.
Bolide 2011_02_26_0512 UT --  S.Crivello (GE)
Bolide sporadico ripreso da Stefano Crivello in DRA il 26 febbraio --- © S.Crivello (GE)
2011 febbraio 26 / 05h12m29s TU / Magn max -7.5 [zenitale -7.9] / VIDEO
Stefano CRIVELLO.
CASERZA (GE)
, +44.5574° -9.0425° +738mt (WGS84).
Meteora ripresa con videocamera ccd STG38, obiettivo 3,8mm f:0,8. Magn: max a 0,90 del percorso. Frammentazione a 0,33 e 0,90 del percorso. Velocità angolare 20°/sec. Scia persistente. Traccia: accensione in DRA/CYG, spegnimento in DRA.
Fonte: S.Crivello, UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.

La brillantissima meteora è stata filmata da due postazioni video liguri che fortunatamente non avevano ancora interrotto le riprese. Data l'ora, non risultano testimonianze visuali e tanto meno conferme osservative dalle altre postazioni video della rete di sorveglianza UAI-sm, che essendo poste più a est dell'evento,
Bolide 2011_02_26_0512 UT --  S.Crivello (GE) avevano in quel momento già interrotto le riprese, essendo per loro già giorno.

2011 febbraio 26 / 05h12m29s TU
/ Magn max -4.4 /
VIDEO
Stefano CRIVELLO.
GENOVA (GE)
, +44.4180° -8.9475° +30mt (WGS84).
Meteora ripresa con videocamera ccd C3P8, obiettivo 3,8mm f:0,8. Lm: nel crepuscolo e nel chiarore delle luci cittadine. Magn: max a 0,89 del percorso. Velocità angolare 18°/sec. Frammentazione finale. Scia persistente. Traccia: accensione in DRA/CYG, spegnimento in CEP.
Fonte: S.Crivello, UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.

<< Traccia del bolide sporadico di -4.4m ripreso da Stefano Crivello in DRA/CEP il 26 febbraio con video camera Mintron e software di ricognizione MetRec 5 -- © S.Crivello (GE)
Le due postazioni si sono trovate entrambe situate in maniera più che favorevole ripetto alla traiettoria atmosferica seguita dal meteoroide, così che nonostante la ristretta base di triangolazione tra le due postazioni (17,2 km) e il piccolo angolo di convergenza è stato possibile fare comunque una valutazione preliminare attendibile dei dati.
Traiettoria atmosferica del bolide 2011_02_26_0512 UT --  UAI-Sezione Meteore
Traiettoria atmosferica del bolide sui cieli dell'Emilia Romagna occidentale
sulla base alle osservazioni video delle due postazioni liguri -- © UAI-sm

Orbita del bolide 2011_02_26_0512 UT --  UAI-Sezione Meteore
Orbita preliminare del meteoroide sulla base della prima parte
del volo atmosferico -- © UAI-sm.

La brillante meteora ha mostrato già durante il volo

segni di frammentazione e verso la fine del percorso si è frantumata del tutto dopo un grosso flare.
Il meteoroide risulta entrato in atmosfera da un radiante all'incirca a sud-est con una velocità assai rapida e una notevole inclinazione. La meteora si è resa visibile sui cieli a sudovest di Piacenza da una altezza di 115,1 km (sui cieli poco a sud di Bettola) fino a una altezza di 73,5 km sui cieli di Pianello Val Tidone.

Per inviare i dati osservativi, informazioni e  annotazioni scrivere alla UAI-sm

Per  tornare  alla  pagina principale  della UAI-sm

Aderisci alla Mailing List italiana METEORE
gruppo di discussione via e-mail per lo scambio di informazioni e dati osservativi su meteore, bolidi e meteoriti.
Pagina Web principale:
http://it.groups.yahoo.com/group/Meteore


Questo è l'accesso alle pagine di questo sito