UNIONE ASTROFILI ITALIANI
Sezione METEORE (UAI-sm)
UAI Meteor Section - - - - - - - Italian Meteor Group



Osservazioni di bolidi in APRILE 2012

Observational data of April fireballs

(c)UAI-sm
I dati compresi [...] sono stati dedotti e/o misurati in sede di analisi a cura della UAI-sm.
Analisi delle traiettorie e calcoli orbitali a cura di Enrico Stomeo e Stefano Crivello.
"Fonte" indica la persona o l'ente da cui si sono attinte le informazioni.



Bolide 2012_04_12_2252 UT --  S.Crivello  (Caserza, GE) Bolide del 12 aprile 2012 sui cieli dell'Appennino ligure
Giovedì 12 aprile alle 22h52m UT è entrato in atmosfera sui cieli dell'Appennino tra Liguria e Lombardia un grosso meteoroide che ha causato uno spettacolare bolide di magnitudine video -9,5. L'evento, nonostante il meteo sfavorevole, è stato filmato da due postazioni liguri (Caserza e Genova) della rete di video sorveglianza della UAI-sm.

2012 aprile 12 / 22h52m UT / Magn max -9.5 / VIDEO
Stefano CRIVELLO.
CASERZA (GE)
, +44.5574° -9.04225° 738mt (WGS84).
Meteora ripresa con videocamera ccd (STG38), obiettivo 3,8mm f:0,8 e software MetRec. Lm: tra le nuvole. Magn: con vari flare in sequenza. Velocità angolare 12°/sec. Traccia parziale: accensione in BOO, uscita dal campo in UMI.
Fonte: S.Crivello, UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.

Bolide 2012_04_12_2252 UT --  S.Crivello (Genova) 2012 aprile 12 / 22h52m UT / Magn max -9.5 / VIDEO
Stefano CRIVELLO.
GENOVA (GE)
, +44.4180° -8.9475° +30mt (WGS84).
Meteora ripresa con videocamera ccd (C3P8), obiettivo 3,8mm f:0,8 e software MetRec. Lm: tra le nuvole. Magn: variazioni lungo il percorso. Frammentazione finale. Traccia parziale: uscita dalle nuvole in DRA, spegnimento in CEP.
Fonte: S.Crivello, UAI-Sezione Meteore comunicazione privata.


Il meteoroide, entrato in atmosfera con una traiettoria all'incirca da SSE a NNW, ha subìto durante il volo una spettacolare sequenza di flare e una frammentazione finale, ben visibile nei filmati. La postazione di Caserza ha ripreso quasi tutto il volo della meteora, dall'accensione fino a poco prima del suo termine. La postazione di Genova ha invece ripreso la meteora, all'uscita dalle nuvole, da quasi metà del percorso
fino allo spegnimento dei pezzi originati dalla frammentazione del meteoroide.
Proiezione al suolo del bolide 2012_04_12_2252 UT --  UAI-sm

Geometrie del percorso del bolide 2012_04_12_2252 UT --  UAI-sm

Da una valutazione preliminare dei dati risulta che il meteoroide è entrato nell'atmosfera con una velocità abbastanza lenta, con un'inclinazione di circa 34°, e che la meteora si è resa visibile (tra le nubi) a una altezza di circa 76 km sui cieli dell'Appennino ligure (a circa 12 km est di Torreglia) terminando la propria corsa a una altezza di 39 km circa sui

cieli della Lombardia meridionale (circa a 10 km est-nord-est di Voghera). La meteora è risultata provenire con un azimut prossimo a N_163°E, ovvero da un radiante nella costellazione della Vergine, in corrispondenza dell'area radiante eclitticale della conosciuta corrente delle alpha VIR. Nelle immagini sopra sono indicate la proiezione al suolo della meteora e le geometrie del percorso atmosferico del bolide, prospetticamente visto dalla costa francese.




Per inviare i dati osservativi, informazioni e  annotazioni scrivere alla UAI-sm

Per  tornare  alla  pagina principale  della UAI-sm

Aderisci alla Mailing List italiana METEORE
gruppo di discussione via e-mail per lo scambio di informazioni e dati osservativi su meteore, bolidi e meteoriti.
Pagina Web principale:
http://it.groups.yahoo.com/group/Meteore